fbpx

Cuoghi e Risso, l'Italia del Reining nella Hall of Fame NRHA

Sarà un anno da ricordare per Roberto Cuoghi e Claudio Risso (e per il Reining italiano), nominati entrambi nella Hall of Fame NRHA e annunciati ieri da Board in attesa della consueta cerimonia di premiazione che avverrà durante il Futurity di Oklahoma!

Nella Hall of Fame NRHA, ad oggi sono presenti quattro Europei:

  • 2004 Eleuterio Arcese
  • 2017 Rosanne Sternberg
  • 2019 Roberto Cuoghi
  • 2019 Claudio Risso

Roberto Cuoghi

Presidente in carica IRHA , da 30 anni ha dato vita all'allevamento che porta il suo nome nella sua splendida facility di Vignola (MO), alla cui guida tecnica da moltissimi anni ci sono Kelly Zweifel e Pietro Artinghelli. All'inizio fu Snapper Cal Bar, lo stallone che dal mondo del cutting è stato poi tra i fondatori di razza qui da noi e base di partenza con i suoi prodotti e le sue discendenze dirette per molti allevamenti italiani e continentali.

Con i suoi cavalli, Roberto ha vinto tutti gli Special Events italiani ed europei, anche se la parabola meravigliosa del suo Master Snapper ha scaldato i nostri cuori, quando lo stallone tutto Made in Cuoghi ha prima vinto il Futurity italiano e poi nel 2006 è volato a vincere con Kelly il Derby Nrha USA di Oklahoma con un roboante 232 che il pubblico dal palato fino accolse con una vera e propria Standing Ovation. Attivo da sempre anche in IRHBA, l'associazione allevatori che da molti anni determina in modo importante il montepremi del nostro Futurity, Roberto va anche ricordato per gli anni di paziente tessitura nei rapporti con NRHA USA. Non sempre facile, ma ogni volta condotta con la pazienza e l'attenzione da "pontiere" tra le diverse posizioni tenute dai vari Partners UE e USA.

Una metrica questa che magari non arriva al grande pubblico degli appassionati; ma è vero che la sua credibilità è stata quella che ha permesso al Reining continentale di fare gli ultimi salti in avanti, proiettandolo in una dimensione ormai parallela o quasi a quello americano, se non fosse - per ovvie ragioni - che per i numeri assoluti.

Claudio Risso

È il suo anno perfetto. Sembra costruito da uno sceneggiatore di Hollywood questo 2019: Spat Olena Million Dollar Sire (primo riproduttore europeo, le cui vincite dollaro per dollaro sono tutte maturate qui in Europa!) e ora la Hall of Fame. Claudio Risso, è anche lui sulla breccia da oltre 30 anni nel mondo Quarter. Un vero "guascone" piemontese , ironico e sornione, il cui sigaro al lato della bocca è del tutto simile e simmetrico a quello di Clint Eastwood nei film di Sergio Leone. Già alla guida per molti anni dell'associazione italiana quando si chiamava ancora ANCR, con il suo allevamento Roberta's Stable, con i suoi stalloni e i suoi cavalli da gara , ha segnato un epoca. Vincente in tutti gli Special Events cadetti tra i non professionisti (e ancora oggi nella piena maturità, dice la sua: suoi gli ultimi euro vinti che hanno consegnato Spat Olena alla storia) come Owner ha già superato i 900.000$ e ha dato un impulso decisivo all'associazione allevatori IRHBA che è determinante nella costruzione del montepremi del Futurity IRHA da molti anni. Grande allevatore, ma anche grande talent scout di cavalli e di uomini. Dalla sua scuderia sono passati nomi che hanno illuminato il cielo del Reining continentale (Kiser, Massignan, Brunelli, Gamper, Chioldo, Midili solo per citarne alcuni tra i più noti) e il suo tocco è stato a volte quello che ha permesso a ciascuno di trovare la spinta giusta per eccellere in questo sport.

Fonte: Mauro Penza's Reining News

La notizia ufficiale sul sito NRHA: NRHA Announces 2019 Hall of Fame Inductees